A Czesława (a un fiore reciso)

Ricordo un volto
fragile donna
in erba
i capelli recisi
-con veemenza-
il fiore tuo tutto.

Czesława Kwoka morì il 12 marzo 1943, all’età di 14 anni. Fu una dei circa 230.000 bambini che furono deportati ad Auschwitz-Birkenau tra il 1940 e il 1945. [ Wikipedia]
La foto è stata colorizzata da Anna Amaral, fotografa brasiliana che ha compiuto questa operazione al fine di far immedesimare gli astanti nella ragazzina polacca; un modo, dunque, per rendere più vivido il ricordo dell’olocausto.

Ildegarda di Bingen: donna e santa, Medioevo al femminile

“Io, suprema forza di fuoco che accese ogni scintilla di vita, da cui nulla uscì di mortale, io decido di tutto ciò che è. Al cerchio dell’universo con le mie ali, cioè volandogli intorno con la mia sapienza, ho dato il giusto ordine”.

Parole che la santa avrebbe pronunciato dopo una sua visione di Cristo. Per approfondire questa complessa figura femminile (oltre che monaca, fu mistica, scrittrice, poetessa, filosofa, consigliera politica e compositrice di musica) l’appuntamento è il 25 Gennaio a Modena via Cesare Costa 244, Associazione Culturale Le Vie del sale.

https://signedevents.net/italy/modena/ildegarda-di-bingen-donna-e-santa-medioevo-al-femminile/

Liber Scivias I vis. 3: Il cosmo in forma di uovo. Secondo alcuni studiosi la forma è basata su quella della vagina

cosmicegg

 

 

Non (o)vale

Folate di me.

Non senti?

Eppure muovo la cenere passata al crocevia.

Il mio fiato,

una nuvola pensierosa

nell’aria randagia.

Trapezista, equilibrista.

Forse la mia geometria

non incontrerà più la tua.

La storia delle rette,

vecchia da rottamare.

Non mi convince nessuna simmetria,

penetrazioni di inconsci incoerenti.

Ma l’anima si sfalda,

come un fiore avvizzito

si sbriciola disperdendosi nel vento.

 

“Escher. Oltre l’impossibile” . Oltre 100 capolavori del maestro olandese sono esposti al Palazzo Blu di Pisa fino al 28 gennaio 2018

07.-Escher_sw

 

 

 

 

 

Pop up La MAGIA dei libri

Presso le sale espositive della Fondazione Culturale Hermann Geiger fino al 18 febbraio è possibile visitare la mostra “Pop up La MAGIA dei libri” dedicata a grandi e piccini. Attraverso la collezione di Massimo Missiroli viene ripercorsa la storia dei libri a tre dimensioni. Un modo per avvicinare i bambini alla magia dei libri, e per i più grandi per ammirare le tante opere d’arte in miniatura. Un’arte che, inevitabilmente, ci ricorda la più nota arte orientale dell’origami, nata in Giappone a scopo sacro e oggi famosa in tutto il mondo.

Pop up La magia dei libri, Fondazione Culturale Hermann Geiger, Piazza Guerrazzi, 32, Cecina (LI) Fino al 18 Febbraio 2018, orario 16-2020171226_092811

Foto Alessandra Solina da “Winter in white” dell’artista e designer Robert Sabuda (2007, non presente alla mostra)